Opere d'Arte → Le Pitture

La Pietà

La Pietà del 1700

La Pietà del 1700 - attribuita a Domenico Lipari



Santa CeciliaSanta Cecilia

La chiesa, al suo interno, ha poche tele. Vi è una grande Pietà del 1700, attribuita a Domenico Lipari, che operò a Messina in quei tempi. La tela venne restaurata dal prof. Vakalis nel settembre 1982. Acquistata dall'antica Congrega del SS. Crocefisso e dell'Addolorata e delle Anime del Purgatorio. Vi è poi una tela raffigurante la Madonna del Rosario con S. Domenico e Santa Caterina, nella forma tradizionale e popolare.

Tele Minori

Vi sono poi alcune piccole tele fra cui San Giuseppe, SS. Cosma e Damiano, (opere di Pasquale Stillitano). Madonna della Consolazione, dono di Spicuzza. Madonna di Loreto, opera di Ignazio Albanese. S. Cecilia, di Piera Costantino e una serie di angeli musicanti in olio su tavola, opera di Antonietta Romeo.

I Soprarchi

Sopra gli archi, nella parte centrale, vi sono tre tempere di Salvatore Cascone della Scuola Beato Angelico di Milano eseguite nel 1960. Sul primo soprarco del transetto vi è raffigurata la Santa Croce adorata da due angeli con l'iscrizione: "Sanctus Dominus Deus Sabaoth pleni sunt caeli et terra gloria tua".

 

Sommario

pittura primo soprarcoPrimo Soprarco


Sul secondo soprarco tra il transetto e la navata è l'Annunciazione: il Padre vuole, lo Spirito soffia e Cristo s'incarna nella Vergine adorante: "Angelus Domini nuntiavit Mariae et concepit de Spiritu Sancto et Verbum Caro factum est".

pittura secondo soprarcoSecondo Soprarco

Sommario


Nel terzo soprarco, posto sulla navata, è raffigurata la Santa Casa trasportata dagli angeli, secondo l'iconografia tradizionale, con l'iscrizione: "Beatus qui audit me et qui vigilat ad fores meas quotidie et observat ad postes ostii mei".

pittura terzo soprarcoTerszo Soprarco


Il Soffitto

Il soffitto della chiesa è semplice, dipinto con fiori e croci stilizzate, così come le travi in cemento armato. Il tetto e la soffitta sono in orditura di legname, coperto da tegole marsigliesi, costruito nel 1930 e rifatto nel 1997 in cemento armato. I muri perimetrali sono dotati di 16 piccole finestre, otto per lato, nella parte superiore; 12 nella parte media, dalle quali le navate ricevono luce abbondante. D'estate 8 finestre superiori si possono aprire mediante due motori elettrici, azionati elettronicamente, installati nel 1994.

Sommario


 

Visite al sito: 387031

CREDITS

 

Parrocchia Santa Maria di Loreto - Via Sbarre Centrali, 151 - Reggio Calabria - Tel. 0965 55838
- Ospitato da HawkHost -